Cronaca

Al via i saldi, in 1,200 in attesa ai Gigli

di Andrea

Oltre 1.200 persone in coda questa mattina davanti agli ingressi del centro commerciale I Gigli a Campi Bisenzio (Firenze) per l’avvio dei saldi estivi in Toscana, che proseguiranno per 60 giorni. Lo rende noto la stessa struttura, tra i centri solitamente presi d’assalto in provincia di Firenze in occasione delle vendite scontate.

Confcommercio stima che il 63% delle famiglie toscane (contro il 61% dello scorso anno) acquisterà articoli di abbigliamento e calzature durante i saldi estivi, per un valore totale di circa 213milioni di euro, di poco inferiore ai 216milioni registrati nell’estate 2023.

Dovrebbe infatti abbassarsi lo scontrino medio di spesa, attestandosi intorno ai 202 euro a famiglia (92 a persona) contro i 213 dello scorso anno. Il presidente di Federmoda Confcommercio Toscana Paolo Mantovani rileva che «un’apertura dei saldi estivi segnata da grande interesse, anche se ancora le vendite non sono partite in maniera forte».

«Lo faranno senz’altro nelle prossime ore: finalmente è arrivato il caldo, sono arrivati i turisti e nei negozi c’è movimento. Molte persone sono entrate ‘in esplorazione’ e finalizzeranno gli acquisti in un secondo momento. Noi manteniamo il nostro ottimismo».

Di partenza sensibilmente positiva parla anche Enzo Nigi, presidente Fismo Confesercenti Firenze, grazie al ritorno dell’inizio dei saldi nel giorno di sabato, «assieme alla situazione meteo di una estate ritardata che ha fortemente condizionato gli acquisti di capi estivi di maggio e giugno.

Ciò soprattutto nelle parti di territorio, come l’area Unesco di Firenze, in cui le presenze turistiche stanno trainando le vendite nel primo giorno di vendite promozionali». Per Nigi «occorrerà comunque attendere qualche settimana per fare una prima e più accurata valutazione complessiva sull’andamento delle vendite».

[print-me]

Autore

Andrea

Lascia un commento