Auto e Motori

Alfa Romeo Stelvio, una nuova era

Alfa Romeo compie un passo verso la leggenda presentando il primo Suv in oltre 100 anni di gloriosa storia e di successi in tutto il mondo. Questo Suv riprende il nome di uno dei passi alpini più famosi al mondo: Stelvio. Il neonato mezzo della casa di Arese è disponibile con un motore a benzina (2000 da 280 cv) o con un motore turbodiesel (2200 da 210 cv), negli allestimenti Business, Super, Executive, First Edition.

Esternamente la prima Suv del marchio, punta a coniugare le doti (oggi richiestissime) di praticità, spazio e capacità di muoversi su tutti i fondi, tipiche di questi veicoli, con le caratteristiche che hanno reso famose le migliori Alfa Romeo: il piacere di guida e le prestazioni. I presupposti ci sono tutti, perché il pianale e la raffinata meccanica (con sospensioni anteriori a quadrilatero e posteriori multibraccio) sono ripresi, con minime differenze, dalla berlina Giulia presentata poco meno di un anno fa.

Rispetto a quest’ultima, la Stelvio è più lunga di cinque centimetri (469 in totale), ma è più alta di ben 23, con una distanza dal suolo accresciuta di 7 cm (3,5 dovuti alle ruote più grandi e altrettanti alle sospensioni con corsa maggiorata, arrivando a 20,3 cm totali). Ne deriva un’auto possente ma slanciata, e soprattutto dalla personalità ben definita, inconfondibilmente Alfa Romeo.

L’alto frontale, che ricorda parecchio quello della Giulia, è dominato dalla mascherina in tre parti, mentre i fari affusolati sono contornati dal profilo a led a forma di Cdelle luci diurne. Di lato spiccano le grandi ruote (fino a 20 pollici di diametro), i finestrini proporzionalmente piccoli e il lunotto decisamente inclinato, stile coupé, sovrastato da un grande spoiler. I fanali a sviluppo orizzontale si estendono fin nell’ampio portellone, e le due uscite cromate per i terminali di scarico aggiungono grinta alla coda della Stelvio.

Alfa Romeo Stelvio 2000 Turbo 280 cv Q4 First Edition AT8

L’abitacolo del Suv italiano riprende lo stile e molti elementi dalla Giulia, ma l’impressione che se ne ricava è assai differente. Si sta seduti ben 19 centimetri più in alto rispetto al suolo, in posizione dominante, tipicamente da Suv, e l’ariosità dell’abitacolo è ben maggiore. L’insieme è semplice ed elegante e i materiali sono di buona qualità. Le regolazioni del sedile della Stelvio sono ampie: mettersi comodi è  facile anche per chi è molto alto (o basso).

Il cruscotto è classico, con contagiri e tachimetro a lancetta separati da un display dall’ottima risoluzione. Ripresi pari pari dalla Giulia sono il volante sportivo dall’ottima impugnatura (e con il pulsante per avviare il motore) e le grandi palette in alluminio, solidali al piantone (optional) per usare il cambio automatico in modalità manuale: molto belle, danno un tono corsaiolo all’abitacolo e sono facili da usare (pur essendo molto vicine alle levette dei tergie delle frecce).

Ora il momento del test drive: l’Alfa Romeo Stelvio guidata è stata la 2000 Turbo 280 cv Q4 First Edition AT8 da 58.240 €. La casa italiana fa il grande passo: anche Alfa Romeo da oggi ha a listino un Suv, in pieno stile Biscione. Lo Stelvio è un Suv dove le prestazioni sportive sono al top unite all’eleganza che la casa di Arese ha da sempre insito nel suo Dna. Su strada è facile da guidare e maneggevole nonostante le dimensioni non proprio da citycar. Lo sterzo è sempre pronto e reattivo, il cambio automatico ha gli innesti rapidi e le palette dietro allo sterzo rendono le cambiate un’esperienza sensoriale.

Il motore che equipaggia la Stelvio provata è il 2000 Turbo da ben 280 cv, unico motore a Benzina finora a listino. Questo propulsore compatto nelle dimensioni nel cofano e nella cilindrata ha prestazioni sensazionali: accelerazione, brillantezza, potenza, velocità sono da supercar (sembra di avere sotto il cofano almeno un 5000 di cilindrata). Tutto questo permette allo Stelvio di far divertire moltissimo chi si appresta a guidarlo e usarlo, grazie alla trazione integrale Q4, sia in fuoristrada che su asfalto.

Infine il listino prezzi: si va da 52.800 € della 2000 Turbo 280 cv Q4 Super AT8 per arrivare a 57.300 € della 2000 Turbo 280 cv Q4 First Edition AT8 (Benzina); si va da 50.800 € della 2200 Turbodiesel Business Q4 AT8 per arrivare a 54.000 € della 2200 Turbodiesel Executive Q4 AT8 (Diesel).

Autore

Mr. Bloogger

Mr. Bloogger

Lascia un commento