Animali

Animali domestici, un grande aiuto per la salute

Già da tempo la scienza ha riconosciuto molti effetti positivi collegati alla vita a fianco di un amico a quattro zampe, con una maggiore evidenza verso le fasce sociali più fragili rappresentate da bambini e gli anziani. I benefici sono molteplici, variabili anche a seconda della specie di animali e vanno da effetti positivi sul proprio organismo per arrivare anche ad incidere sullo status psichico.

La prima cosa su cui ragionare è la scelta dell’animale domestico più adeguato al contesto di vita insieme. Prendendo in esame una delle situazioni più comuni per le famiglie italiane, cioè il fatto di avere almeno un cane, sarà importante scegliere la sua razza per via della sua indole naturale, per le sue caratteristiche fisiche e la taglia.

È davvero importante non desistere dall’idea di accogliere in famiglia un amico peloso, perché anche il corpo ne giova. Secondo uno studio scientifico svedese i bambini entro il primo anno di vita, che entrano in contatto giornalmente con un animale domestico, hanno il 30% in meno di probabilità di soffrire di tipiche infezioni respiratorie, oltre ad un terzo in meno di probabilità di sviluppare allergie e circa un quinto in meno di soffrire d’asma.

Il Centers for Disease Control and Prevention degli Stati Uniti, ha studiato a fondo i benefici che derivano dal possesso di un animale domestico per gli adulti, giungendo alla dimostrazione che il legame empatico che si viene creare fra le persone e i loro animali incrementa l’attività fisica, abbassa i livelli di stress e aumenta la felicità dei padroni.

Nelle fasce di età più avanzata ciò crea uno stimolo alla socializzazione, magari uscendo più di casa per far passeggiare il proprio cane, e una rivitalizzazione per senso di responsabilità nell’accudimento. Quindi l’anziano è portato a rispettare una routine in funzione delle esigenze di se stesso e dell’inseparabile amico. 🅱️

 

Autore

Mr. Bloogger

Mr. Bloogger

Lascia un commento