Altre Notizie Eventi

Artimino, tornano i “Tramonti diVini”

di Andrea

Degustare i migliori vini docg di Carmignano, accompagnati da prodotti gastronomici di alta qualità della provincia di Prato: è l’obiettivo di Tramonti diVini, la manifestazione che torna ad ingresso gratuito ad Artimino, in piazza San Carlo il 21 e 22 giugno prossimi, dalle 19 alle 24.

L’evento (ad ingresso libero) organizzato dalla Proloco e dal Comune di Carmignano, in partnership con Confcommercio Pistoia e Prato, rientra nell’ambito del percorso di valorizzazione delle eccellenze enogastronomiche territoriali proposto da Eat Prato.

Tramonti DiVini si trova inoltre all’interno del cartellone di appuntamenti di Arcobaleno d’Estate, in programma dal 19 al 25 giugno, promossi dalla Regione Toscana con il supporto di Toscana Promozione Turistica, Fondazione Sistema Toscana e Vetrina Toscana e con la partecipazione delle associazioni di categoria, per celebrare l’inizio della stagione turistica.

L’iniziativa è stata illustrata stamani (19 giugno) nella sede pratese di Confcommercio, tramite gli interventi dell’assessore del Comune di Carmignano Dario Di Giacomo, della Vicepresidente della Proloco di Carmignano Sofia Toninelli e di Matteo Marianeschi per Confcommercio.

L’obiettivo è dunque quello di valorizzare al meglio le risorse enogastronomiche del territorio, promuovendo al contempo la destinazione turistica. L’evento si articolerà attraverso la proposta di quattro varietà di vini provenienti da cantine locali e gestiti dalla Proloco: si tratta di un bianco, di un rosso, di un barco e di un rosato.

Per l’occasione verrà distribuita una taschina di stoffa insieme ad un calice, al prezzo di 5 euro. I calici da degustare, sotto la guida dell’Associazione Italiana Sommelier, avranno prezzi variabili a seconda dell’etichetta.

I vini protagonisti saranno un Trebbiano e Carmignano Santa Cristina (Fattoria Ambra), un Artumes igt e Carmignano Poggilarca (Tenuta di Artimino), un Barco Reale e il Vinsanto (Fattoria Le Ginestre), un Ruspo e il Vinsanto (da Castelvecchio), il Bacano (dal podere Allocco), un Barco Reale e il Vittoria Brut rosé (dalla fattoria di Capezzana), il Locorosso (dalla cantina Pratesi), un Ruspo (dal podere il Sassolo), un Balé rosato igt (da colline San Biagio).

Per degustare i vini verrà messa a disposizione la classica tasca portacalice (€ 5): chi la possiede già è invitato a portarla. I vini avranno prezzi variabili a seconda dell’etichetta. Ciascuna delle due serate sarà accompagnata da Dj Set, mentre – in parallelo – resterà aperto il Museo Archeologico ed in piazza si svolgerà la mostra Io Creo – mercato di arte e ingegno femminile.

 

[print-me]

Autore

Andrea

Lascia un commento