Auto e Motori

Auto Elettriche: anche Bosch contro le politiche dell’UE

Parole pesantie, quelle di Franz Fehrenbach, presidente di Bosch, visto che scende in campo e attacca il mondo delle auto elettriche e soprattutto le normative UE che favoriscono la transizione alla mobilità a zero emissioni.

E non è il solo ad avere una posizione di questo tipo. Infatti, poche settimane fa, Akio Toyoda, presidente di Toyota, ha stroncato le auto elettriche affermando che essere troppo frettolsi nel vietare le auto a benzina, l’attuale modello di business dell’industria automobilistica crollerebbe con la conseguente perdita di una gran perdita di posti di lavoro.

Oggi è la volta del presidente del principale fornitore al mondo di tecnologia auto che in un’intervista accusa l’UE per la scelta di politiche che portano a preferire le auto 100% elettriche in maniera non adeguatamente giustificata, sottolineando che ciò va anche a svantaggio dei motori a combustione interna e a scapito del clima.

Le accuse partono dal fatto che le auto elettriche non sono climaticamente neutrali, che non si può parlare di zero emissioni e che non ci sono chiarezza e trasparenza per quanto riguarda il bilancio energetico necessario per generare la corrente, come se qualcuno nascondesse i dati reali.

Oltretutto la sua più grande accusa va all’UE, che secondo Franz Fehrenbach sta imponendo dei limiti sulle emissioni davvero bassi e troppo in fretta, favorendo così le auto elettriche, in tempi che ancora, secondo il presidente di Bosch, non sono maturi. 🅱️

 

Autore

Mr. Bloogger

Mr. Bloogger

Lascia un commento