Auto e Motori

BMW X1, Xtrasport Suv

Bmw rinnova il suo suv compatto, la X1. La nuova generazione della vettura di Monaco di Baviera, è disponibile con 2 Motori a Benzina (X1 18i da 140 cv, X1 20i da 192 cv) o con 4 Motori Turbodiesel (X1 16d da 116 cv, X1 18d da 150 cv, X1 20d da 190 cv, X1 25d da 231 cv) negli allestimenti Base, Advantage, Business Advantage, XLine, Sport, MSport.

Esternamente il restyling della X1 si distingue per pochi dettagli. La suv media (è lunga 445 cm, uno in più di prima) della casa tedesca sfoggia una mascherina più evidente, con le due parti del doppio rene che arrivano a toccarsi. Nuovi anche i paraurti, non privi di grinta, e accattivante il rinnovato profilo delle luci diurne, che sono a led, come i fari e i fanali, anch’essi rivisti nella grafica.

Anche dietro cambiano i paraurti: l’inserto in basso, attorno alla zona color metallo, è ora della stessa tinta della carrozzeria. E poi, il diametro dei due terminali di scarico passa da sette centimetri a nove. Una “chicca” invece si trova nella zona delle porte anteriori: aprendole, dei led proiettano sull’asfalto la scritta “X1”, che illumina la zona intorno all’auto con una grafica bicolore.

Internamente la plancia, con ricercate cuciture a vista, ha una doppia colorazione: nera nella parte superiore e in tinta con i rivestimenti dei sedili in quella inferiore. La qualità è sempre buona, con materiali gradevoli al tatto e assemblaggi curati. In bella evidenza lo schermo del sistema multimediale, che può essere di 6,5 pollici, di 8,8” oppure di 10,3”. Si viaggia in un ambiente confortevole.

BMW X1 XDrive 18d XLine DCT

Lo spazio per i passeggeri posteriori è buono per due per due persone, e comunque il tunnel di trasmissione nel pavimento e il mobiletto con le bocchette dell’aria e le prese Usb tipo C non disturbano troppo un’eventuale persona al centro. La seduta è divisa in due parti scorrevoli di 13 cm, per lasciare più spazio ai bagagli in caso di necessità, mentre lo schienale ha un frazionamento 40/20/40: così, reclinando la parte centrale, si possono caricare sci e altri oggetti lunghi pur mantenendo quattro posti comodi.

Ed ora il momento del test drive: la BMW X1 guidata è stata la XDrive 18d XLine DCT da 49352 €. BMW rinnova, non stravolgendola, la X1, ritoccandola dove serve e ammodernandola nella tecnologia. Compatta fuori, grande e confortevole dentro, su strada è maneggevolissima. Il cambio automatico a joystick e lo sterzo leggero, sono sempre pronti e reattivi e le permettono di essere agile nel traffico cittadino e percorrere lunghi tragitti autostradali in tutta comodità.

La versione provata, poi, è equipaggiata con la trazione integrale XDrive, molto utile per affrontare senza alcun problema, terreni accidentati e strade di campagna non asfaltate. Brillante è il motore che pulsa sotto il cofano: l’ottimo 2000 Turbodiesel da 150 cv, denominato 18d. Motore, che oltre a essere brillante, è anche silenzioso, con la giusta dose di potenza per garantire alla X1 prestazioni di tutto rispetto in qualunque condizione.

Infine il listino prezzi: si va da 33000 € della X1 18i SDrive Base per arrivare a 46000 € della X1 20i XDrive DCT MSport (Benzina); si va da 33150 € della X1 16d SDrive Base per arrivare a 54300 € della X1 XDrive 25d XDrive MSport Steptronic (Diesel).

Autore

Mr. Bloogger

Mr. Bloogger

Lascia un commento