Ombre Rosse

E’ la sindrome dell’8 settembre

E’ la sindrome dell’8 settembre quella che si apre di fronte agli italiani, che da una settimana all’altra apprendono di essere il terzo paese per entità di infezione al mondo. La vecchia partita ricomincia. Il governo fa il furbo, dicendo le cose al popolo a spizzichi e bocconi e nei momenti che esso reputa più opportuni (per non diffondere il panico, cosa in cui riesce invece puntualmente e benissimo), ma che in realtà non lo sono affatto. Il popolo fa il furbo a sua volta. Se dicono così, significa che arriva colà. Se dicono di stare in casa, è il momento di scappare, o di precipitarsi a far man bassa ai supermercati. Se dicono che non c’é pericolo di mancanza di scorte, significa che domattina siamo alla fame.

Autore

Mr. Bloogger

Mr. Bloogger

Lascia un commento