Ombre Rosse

Er sor tentenna

A Roma lo chiamano er sor tentenna. Nel senso che in quanto presidente della Giunta Regionale prima di fargli prendere una decisione campa cavallo. La competenza nel disastro di Roma Capitale sarebbe peraltro ripartita tra lui e la Raggi. La monnezza specialmente l’hanno accumulata in parti eguali

Renzi lo accusò di scarso coraggio politico perché non si candidava alle regionali, lui replicò che non era un carrierista. Due anni dopo infatti si candidava alle regionali. Nicola Zingaretti pensò che dopo Marrazzo e la Polverini i laziali avrebbero avuto la bocca buona.

Se avesse intrapreso la carriera cinematografica al posto del fratello Luca, nella fiction su Montalbano gli avrebbero dato la parte di Catarella. Per rimettere insieme i cocci del PD dopo il ciclone Renzi e le elezioni del 2018, alle primarie si presentarono tre personaggi: Zingaretti Nicola, Martina Maurizio, Gachetti Roberto. La buonanima di Stalin, che di partiti e segretari se ne intendeva, li avrebbe definiti utili idioti.

Zingaretti, diventò segretario dem poco dopo essere stato rieletto presidente del Lazio. I laziali dovevano avere la bocca davvero buona, come aveva previsto lui. Oppure la legge regionale da lui voluta sulla coltivazione della cannabisper scopi alimentari ed ambientali doveva aver ottenuto risultati imprevisti.

Si diletta anche di politica internazionale, l’ultima sua perla riguarda le elezioni inglesi. In Inghilterra, ha detto, «ha vinto la destra più rozza e ignorante, quella di Johnson». Vai a vedere e scopri che il premier britannico è laureato in Lettere Classiche all’Università di Oxford, è uno studioso di latino e greco e, quando era sindaco di Londra, ha reintrodotto il latino nelle scuole pubbliche della Greater London.

Nicola Zingaretti, che a Roma ci abita e che più che un sogno ha contribuito a renderla un incubo, ha un diploma da odontotecnico e all’Università della Sapienza, dove si è iscritto alla metà degli anni ottanta, aspettano ancora che vada a dare un esame.

lazio

Autore

Mr. Bloogger

Mr. Bloogger

Lascia un commento