Altre Notizie Ombre Rosse

Green Pass, qualcosa non torna

Il ministro della salute Roberto Speranza va in TV alla fine di luglio ad annunciare che «i numeri sono incoraggianti (…) sono stati scaricati 41,3 milioni di Green Pass. Un dato significativo e una svolta digitale per il Paese».

Numeri non dati a caso, si presume, in quanto sono gli stessi divulgati dal ministro nel question time alla Camera dei Deputati. Mentire o dire boiate in parlamento è come mentire in confessione dal prete: nel primo caso ti ascolta il popolo, il tuo popolo, nel secondo ti ascolta Dio, il tuo Dio. Se ne hai uno, ovviamente.

Subito dopo l’annuncio di Speranza si scatenano le agenzie di stampa, ianche prestigiose, che ritoccano le cifre in modo sensibile. Non 41milioni ma 47, ma che diciamo, 49. Anzi no, contrordine compagni, si tratta piuttosto di 20milioni in tre giorni (dal 6 al 9 agosto, pare di capire). Gli italiani si sono portati il PC al mare, e invece delle suonerie quest’anno scaricano Green Pass a tutta manetta.

Quando le agenzie danno i numeri, non c’é che dire, li danno per davvero. Bisogna fare appello alle reminiscenze della scuola dell’obbligo (non frequentata da tutti evidentemente con lo stesso profitto) per ricordarsi di quanti abitanti ha questo paese e di che quantità prendiamo come punto di riferimento per le nostre statistiche più o meno laboriose.

Ora, non è mai stato necessario per fare politica essere né istruiti, né intelligenti, né tanto meno bene intenzionati. Il buon Speranza dovrebbe tuttavia come minimo sindacale capire che rapportare 41 milioni di Green Pass scaricati a 60 milioni di abitanti è un po’ troppo anche per una autorità che nell’ultimo anno e mezzo i dati sul covid li ha elargiti più o meno come si fa a Napoli con i botti a muro.

Sempre se non abbiamo capito male, 41milioni di Green Pass nelle intenzioni governative vorrebbero dire anzi tutto41 milioni di vaccinati, e già qui qualche asino cascherebbe, considerato che si tratterebbe dei due terzi della popolazione. Non ci sembra che simili cifre ricorrano nemmeno nei bollettini trionfali del generale Figliuolo o di altro comando militare o civile preposto alla campagna vaccinale.

In pratica, peraltro, se si tolgono i minorenni (anche al netto delle vaccinazioni forzose effettuate su chi ancora il consenso lo dovrebbe esprimere per il tramite della patria potestà (anche se con simili patrie potestà in circolazione non è detto che sia un vantaggio) e tutti coloro a cui l’anzianità non fa premio sulla voglia di vivere un altro po’ senza troppe sperimentazioni né patemi, ecco che i 41milioni sembrano un po’ eccessivi, mettiamoci dentro pure i download tarocchi effettuati da contrabbandieri del nuovo bene più prezioso dell’oro

Insomma, Speranza l’ha sparata grossa, e non c’è nemmeno nulla di strano, perché lo fa da quando è ministro.

Autore

Mr. Bloogger

Mr. Bloogger

Lascia un commento