Musica

Il giorno che morì la musica

8 dicembre 1980, Upper West Side di Manhattan, New York, ore 22:50. John Lennon sta rincasando con la moglie Yoko Ono dopo una giornata trascorsa nello studio di registrazione Record Plant.

La sua residenza, il Dakota Building, è famosa per essere stata quella di molte altre celebrità, Rudolph Nureyev, Leonard Bernstein, Laureen Bacall, Judy Garland per dirne alcuni. L’edificio gode inoltre di una certa fama sinistra, da quando Roman Polanski vi ha girato gli esterni del suo Rosemary’s Baby.

All’ingresso gli si para davanti un giovane, tale Mark David Chapman, che gli spara quattro colpi di pistola, uno dei quali, mortale, lo raggiunge all’aorta. Lennon ha appena il tempo di mormorare «I was shot…» prima di crollare al suolo esanime. Morirà un quarto d’ora dopo sull’ambulanza che lo trasporta al Roosevelt Hospital.

 

Autore

Mr. Bloogger

Mr. Bloogger

Lascia un commento