Evidenza Ombre Rosse

La Memoria oltraggiata

Quest’anno vogliamo celebrare la Giornata della Memoria in modo alternativo. Chi volesse attenersi ad una forma più tradizionale, lo rimandiamo all’omonimo articolo. A chi avesse invece le scatole piene dell’ipocrisia delle istituzioni e di chi le occupa più o meno degnamente, offriamo uno spunto di riflessione diverso, che prende le mosse dall’attualità.

Non ce ne vorranno i sei milioni di Ebrei scomparsi nei lager nazisti, né l’incalcolabile moltitudine di quelli scomparsi nei gulag comunisti, e tutti gli appartenenti alle altre etnie atrocemente perseguitate nel ventesimo e ventunesimo secolo. Sono sempre nel nostro cuore. In quello di chi celebra giornate e treni della memoria con profluvio di inutile ed offensiva retorica, non sappiamo.

Quando Sergio Mattarella ha insignito Liliana Segre del senatorato a vita avrà anche avuto intenzioni sacrosante. Sta di fatto che da allora la signora Segre non ha perso un colpo, prestandosi più o meno consapevolmente a tutte le campagne orchestrate dalla sua parte politica di riferimento per ridurre la memoria dell’Olocausto a una commedia delle parti, con  la strumentalizzazione della Shoah ed il conseguimento di vantaggi politici impropri se non illeciti mediante la limitazione del diritto di espressione dell’opposizione costituzionale. 🅱️

 

Autore

Mr. Bloogger

Mr. Bloogger

Lascia un commento