Enogastronomia

Nasce un luppoleto sperimentale “Made in Prato”

di Andrea

Promuovere la birra artigianale e l’economia agricola del territorio. È questo l’obiettivo del luppoleto sperimentale che nascerà a Prato grazie alla sinergia tra sette diversi soggetti firmatari di un protocollo d’intesa, giunto al termine del tavolo sull’agricoltura urbana sostenibile di Prato Circular City, promosso dal Comune partire dal 2023.

Gli attori coinvolti  si impegnano a portare avanti questa importante iniziativa per implementare una strategia condivisa per lo sviluppo di una filiera del luppolo pratese. Lo si farà realizzando un luppoleto sperimentale con finalità didattiche, formative, di accrescimento delle competenze e conoscenze sulla filiera specifica e di ricerca. Da questo nascerà una vera e propria filiera sperimentale del luppolo, che potrà avere effetti positivi sull’intera filiera della birra artigianale prodotta a Prato.

L’Azienda Agricola Tra Bosco e Stelle si occuperà di supportare la coltivazione di un luppoleto sperimentale sul territorio pratese all’interno dei terreni dell’Istituto Tecnico Agrario Datini, aprendo le porte a nuove opportunità di crescita per gli studenti dell’istituto e diversificando l’offerta formativa.

Il Birrificio I Due Mastri si impegneranno a sperimentare così il luppolo all’interno dei propri processi produttivi. Infine la Rete d’imprese del Luppolo Made in Italy metterà a disposizione le competenze tecniche e agronomiche per lo sviluppo delle coltivazioni del luppolo a livello locale.

Il PIN – Polo Universitario Città di Prato tramite il proprio laboratorio ARCO fornirà il supporto tecnico scientifico in relazione alla qualità merceologica delle produzioni e il rafforzamento e promozione della filiera birra a livello locale; contribuirà a realizzare prodotti scientifici e pubblicazioni sulla sperimentazione.

Inoltre garantirà il supporto tecnico-scientifico al Comune di Prato nel coordinamento del tavolo tecnico di gestione del presente protocollo, assicurando un rapporto costante con l’Amministrazione comunale e gli altri partner, per permettere lo scambio di informazioni sulle opportunità di finanziamento relative ai settori individuati come prioritari e strategici, mettendo a disposizione competenze e personale per raggiungere i fini delle progettualità.

[print-me]

Autore

Andrea

Lascia un commento