Politica

Ovattoni: «Lega addio!»

PRATO – Patrizia Ovattoni militava nella Lega da dodici anni ed è stata uno degli elementi trainanti del partito a Prato. Consigliere comunale ed ex capogruppo, vice commissario provinciale, ha deciso di lasciare il Carroccio per confluire nel gruppo Centrodestra, di. cui fanno parte altri quattro consiglieri ex-leghisti (Betti, Lafranceschina, Soldi e Stanasel). Il gruppo consiliare della Lega si riduce così ai consiglieri Marco Curcio e Daniele Spada.

«Dopo dodici anni di battaglie al servizio della Lega Nord prima e Lega Salvini Premier dopo, è arrivato per me il momento di prendere una pausa di riflessione poiché questa non è la Lega in cui mi riconosco – ha detto Ovattoni – Non è una decisone che prendo a cuor leggero ma negli ultimi tempi si sono verificati troppi episodi che denotano un cambiamento radicale nelle politiche locali e la gestione territoriale da parte della dirigenza regionale è a dir poco discutibile».

«La Lega era una grande famiglia, e lo è stata per me, ma dalle elezioni amministrative del 2019 molto è cambiato – continua Ovattoni -. La base, fondamentale per l’ascolto territoriale, non viene più coinvolta nelle decisioni che vengono imposte da persone che non hanno la più pallida idea di quello che sono le dinamiche e la visione locale, generando solo confusione e scollamento tra politica e cittadino».

«Sono stati commessi molti errori, soprattutto nella nostra città, che hanno portato l’anno scorso all’uscita dal gruppo Lega di quattro consiglieri ed oggi all’uscita del quinto – prosegue il consigliere leghista – Qualcuno dovrà farsi qualche domanda e magari fare un po’ di mea culpa sulla pessima gestione perché perdere cinque consiglieri su sei non è una cosa normale. Non sarei onesta con me stessa se non ammettessi che questo saluto è un colpo al cuore per me ma la situazione nel gruppo rimasto è diventata insostenibile e la semplice convivenza con i consiglieri non è più sopportabile».

«La dirigenza attuale non ha sufficiente fermezza per prendere le opportune decisioni e quindi mi vedo costretta, mio malgrado, ad abbandonare il gruppo consiliare Lega per entrare in quello di Centrodestra. Ho lavorato in questi anni con passione, ci ho creduto fermamente, ci ho messo la faccia nel bene e nel male. Continuerò a lavorare per i cittadini che mi hanno dato fiducia ascoltando il territorio come ho sempre fatto per migliorare la nostra città» conclude Patrizia Ovattoni.

Autore

Mr. Bloogger

Mr. Bloogger

Lascia un commento