Economia

Per la Toscana il vino vale oltre 1,5mld

E’ di circa un miliardo di euro il valore del vino toscano a denominazione e più della metà della produzione vinicola certificata vola sui mercati esteri per un export che nel 2019 secondo le stime ha segnato i 558 milioni di euro. E’ la fotografia del vino toscano imbottigliato illustrata oggi a Firenze a PrimaAnteprima, appuntamento che segna l’avvio della settimana delle anteprime in cui cui consorzi toscani presentano le nuove annate.

Le esportazioni hanno segnato una crescita complessiva del 3% nei primi mesi del 2010 mentre si amplia il bacino dei Paesi importatori. Se Stati Uniti e Germania si confermano i due principali Paesi di destinazione e assorbono insieme oltre il 50% del mercato (sia in termini di volume che di valore), l’Estremo Oriente guadagna quote importanti.

L’Est Europeo, con la Russia in testa, mostra una discreta attenzione alle denominazioni toscane, ma mantiene un ruolo marginale. Positivo il trend in Brasile, Messico, Australia e Nuova Zelanda. Numeri che fanno ben sperare nonostante le incognite rappresentate dall’allarme Coronavirus e dalla Brexit, oltre che dal rallentamento dell’economia tedesca.

Per il momento l’industria del vino Made in Tuscany tiene, anche dal punto di vista dei prezzi, nonostante il 2019 abbia fatto segnare una battuta d’arresto dopo 10 anni di aumenti consistenti. Complessivamente la Toscana del vino conta 58 tra Dop (52) e Igp (6) per una produzione che nel 2019 ha sfiorato i 2,6 milioni di ettolitri con 59mila ettari vitati, di cui 56mila a denominazione. 🅱️

 

Autore

Mr. Bloogger

Mr. Bloogger

Lascia un commento