Sapori e Tradizioni

Picnic a Buckingham Palace

Il mondo celebra uno dei momenti più magici e di socialità all’aria aperta, il picnic. L’occasione per trascorrere finalmente del tempo su un prato, o su una spiaggia, godendo della natura con altre persone. Quasi un lusso, dopo quello che il mondo ha passato in quest’ultimo anno e mezzo e che ha conquistato ultimamente soprattutto i più giovani.

La tradizione è inglese e già nel 1748 nell’Oxford English Dictionary si trova il termine con il significato di colazione/merenda/gita. Ma lo si associa molto alla Francia, al déjeuner sur l’herbe come quello dei celebri quadri degli impressionisti francesi, come Edouard Manet o Claude Monet.

Per chi non riuscisse a festeggiare oggi l’International Picnic Day e si trovasse dalle parti di Londra, tra luglio e settembre, c’è un nuovo posto dove organizzare un pranzo all’aperto e dove, soprattutto, nessun comune mortale senza sangue blu avrebbe mai pensato di poterlo fare: il giardino di Buckingham Palace.

Tutti potranno accedere ai giardini privati della regina da soli e in più sarà possibile portare coperte e cestini. I giardini includono più di mille alberi, tra cui un gelso piantato da re Giacomo d’Inghilterra quattro secoli fa e un laghetto un tempo popolato di fenicotteri.

Prenotando giorno e orario per tempo, e acquistando un biglietto d’ingresso (16 sterline a persona, circa 18 euro), gruppi selezionati potranno così passeggiare liberamente in uno dei più splendidi giardini privati britannici e forse del mondo intero, facendo se lo desiderano anche una colazione all’aperto nei magnifici prati e sotto gli antichi alberi del parco reale.

Autore

Mr. Bloogger

Mr. Bloogger

Lascia un commento