Economia

Prato-Pistoia, tessuto imprenditoriale in stallo

Una situazione di stallo con un forte rallentamento dei flussi di nascita e cessazione delle aziende nei territori di Prato e Pistoia, dove si contano complessivamente 56.776 imprese attive. E’ la fotografia, nel primo trimestre 2021, scattata da un’analisi della Camera di commercio di Pistoia-Prato secondo cui l’economia dei due territori continua a reggere nonostante l’impatto dell’emergenza sanitaria, anche se il tessuto imprenditoriale si trova in una situazione di stasi.

L’incertezza dello scenario economico influenza i flussi di apertura e chiusura delle imprese, scoraggiando l’avvio di nuove attività e rallentando le cancellazioni, condizionate dalle misure di sostegno per le aziende messe in atto dal Governo.

«Il tessuto imprenditoriale delle due province evidenzia a primo impatto segnali di tenuta nonostante la crisi pandemica – commenta in una nota Dalila Mazzi, presidente della Camera di commercio di Pistoia-Prato -. Ciò conferma la voglia di fare impresa e la capacità di resistere dei nostri imprenditori, oltre alla speranza che la situazione migliori definitivamente».

«Da un’analisi più approfondita dei dati, in particolare quelli delle dinamiche riguardo le iscrizioni e le cancellazioni, emerge un comportamento di attesa da parte di molti imprenditori – afferma Mazzi -. Sarà perciò necessario attendere la fine dell’effetto delle misure a sostegno delle imprese per verificare se realmente la demografia delle imprese rimarrà con segno più».

I dati evidenziano una modesta variazione positiva delle imprese attive, probabilmente dovuta all’avvio delle attività da parte di imprese iscritte verso la fine del 2020. Secondo la Cciaa, il rallentamento dei flussi comporta una corrispondente riduzione dei tassi (annualizzati) di iscrizione e di cessazione che in entrambe le province si collocano nel primo trimestre 2021 su valori sensibilmente inferiori rispetto a quelli mediamente registrati nei primi trimestri degli anni scorsi.

Un’ulteriore riscontro della situazione di stallo in cui versa il territorio si riscontra anche dal versante della sensibile riduzione nell’analisi dei flussi dell’avvio di procedure di scioglimento e/o messa in liquidazione di società e nell’apertura di procedure di natura concorsuale.

Autore

Mr. Bloogger

Mr. Bloogger

Lascia un commento