Politica

Prima seduta del nuovo Consiglio comunale

di Andrea

Si è riunito oggi mercoledì 3 luglio per la prima volta il nuovo Consiglio comunale di Prato eletto dalle urne il 10 giugno. In un Salone consiliare gremito di pubblico la seduta si è  aperta con lo squillo delle chiarine del Corpo dei Valletti comunali e i rintocchi della Risorta, la campana civica di Palazzo Pretorio.

Come vuole la legge c’è stata l’ufficializzazione degli eletti in Consiglio e il giuramento sulla Costituzione della sindaca Ilaria Bugetti, la prima donna nella storia di Prato a ricoprire questo incarico.

Complessivamente i consiglieri sono 32, di cui 20 per la maggioranza e 12 per l’opposizione. Più nello specifico 15 seggi al Pd, 1 alla lista Sinistra Unita Prato con Bugetti, 1 al Movimento 5 Stelle, 2 alla lista la Forza del Noi e 1 alla lista Questa è Prato, mentre per la minoranza 5 alla lista Gianni Cenni sindaco, 1 alla Lega, 5 a Fratelli d’Italia, 1 a Forza Italia.

Dopo la nomina a far parte della giunta, Benedetta Squittieri, Marco Sapia, Maria Logli e Chiara Bartalini hanno lasciato il posto in Consiglio ai primi dei non eletti: Derio Bacci, Paola Tassi e Stefano Nesi del Pd e Carmine Maioriello del Movimento 5 Stelle.

I capigruppo saranno Monia Faltoni per il PD, Lorenzo Chiani per la lista Sinistra Unita Prato Con Bugetti, Carmine Maioriello per il Movimento 5 Stelle, Rosanna Sciumbata per la lista La forza del Noi, Enrico Romei per la lista Questa è Prato, Leonardo Soldi per la lista Gianni Cenni Sindaco, Claudiu Stanasel per la Lega, Tommaso Cocci per Fratelli d’Italia e Rita Pieri per Forza Italia.

Come da tradizione ad aprire i lavori è stato il consigliere che ha ottenuto il numero più alto di preferenze, in questo caso Lorenzo Tinagli del Pd. Subito dopo l’assemblea ha eletto il nuovo presidente del Consiglio comunale e con 13 voti favorevoli, 7 schede bianche 1 nulla ad occupare la carica sarà proprio Lorenzo Tinagli. Eletti vicepresidenti Matilde Rosati del Pd e Claudiu Stanasel della Lega.

Nella foto: Prato – Salone Consiliare (Palazzo Comunale)

 

[print-me]

Autore

Andrea

Lascia un commento