Altre Notizie Tecnologia

Robotica, arriva il granchio Silver

PISA – La biorobotica è una scienza interdisciplinare che combina i campi dell’ingegneria biomedica, della cibernetica e della robotica per sviluppare nuove tecnologie che integrano la biologia con i sistemi meccanici per sviluppare una comunicazione più efficiente, alterare le informazioni genetiche e creare macchine che imitano i sistemi biologici.

Un team di ricercatori italiani dell’Istituto di BioRobotica, Scuola Superiore Sant’Anna e Stazione Zoologica Anton Dohrn ha sviluppato una nuova versione migliorata del suo Seaed Interaction Legged Vehicle for Exploration and Research (SILVER) con SILVER2, un robot che può camminare sul fondo del mare, riprendendo il video mentre procede.

Nel loro articolo pubblicato sulla rivista Science Robotics , il gruppo descrive il robot, le sue capacità e come potrebbe essere utilizzato nelle attività di ricerca.

Oltre a poter camminare, SILVER2 può farsi strada su entrambe le superfici fangose ​​e rocciose, saltando anche quando necessario per continuare a muoversi. Il robot a sei zampe sembra simile a un’aragosta che cammina sul fondo del mare, meno gli artigli. Mentre si muove, mantiene il suo equilibrio attraverso l’uso di un nuovo modulo stabilizzatore per le gambe nella sua scocca impermeabile.

Il robot ha anche un sistema di navigazione che lo aiuta a evitare gli ostacoli e, naturalmente, a farsi strada verso la posizione desiderata. Ha anche un sensore di pressione, un sistema di galleggiamento, sensori di contatto e un paio di telecamere e microfoni per catturare video dei suoi immediati dintorni.

Il robot sottomarino può essere guidato sul fondo del mare da un pilota umano basato su una barca, oppure può operare in modalità autonoma. Può funzionare per circa sette ore quando si cammina o per 16 ore se si ferma semplicemente sul fondo del mare.

I ricercatori ritengono che possa essere utilizzato per interagire da vicino e, se necessario, delicatamente con l’ambiente per lunghi periodi di tempo, estendendo le capacità dei robot subacquei per molti tipi di applicazioni, dall’ecologia all’archeologia.

Autore

Mr. Bloogger

Mr. Bloogger

Lascia un commento