Accadde Oggi

Sotto una bandiera a stelle e strisce

Con un giorno interamente dedicato alla sua celebrazione, il National Flag Day, e una storia su cui aleggiano tanti interessanti racconti alla stregua di leggende, è sicuramente la protagonista indiscussa e l’icona più diffusa degli Stati Uniti nel mondo: la bandiera americana.

Ufficialmente la prima bandiera degli Stati Uniti risale al 1776 ed era chiamata Grand Union; l’anno successivo, a Philadelphia, il Congresso continentale votò a favore dell’inserimento delle stelle al posto del simbolo che ricordava la madrepatria. E così, in memoria di quel giorno, il 14 giugno si onora il Paese attraverso il suo emblema. Le celebrazioni del Flag Day sono numerose in ogni stato ma differenza di altre ricorrenze, non è previsto che le attività o le scuole siano chiuse in quella giornata.

Simbolo della nazione confederata più grande di sempre, è conosciuta nell’immaginario collettivo dei suoi cittadini come la Stars and Stripes, dai motivi proprio a stelle e strisce da cui è formata, o la Old Glory. Colori e forme che ovviamente hanno un loro significato specifico. Tredici strisce orizzontali bianche e rosse a simboleggiare le prime colonie che si stanziarono nel nuovo continente e in alto a sinistra un riquadro blu con all’interno le stelle che indicano quanti sono oggi i Paesi che fanno parte dell’unione.

Bianco, rosso e blu sono la libertà, la democrazia, i diritti fondamentali dell’uomo, l’uguaglianza, gli ideali patriottici, il coraggio, l’integrità e il sacrificio. Insomma tutte le migliori qualità che uno spirito libero e rispettoso del prossimo possa incarnare, lo spirito degli Stati Uniti.

Gli americani tengono moltissimo alla bandiera e nel corso di un viaggio negli Stati Uniti non si potrà fare a meno di notare che il loro simbolo è esposto ovunque, non solo nei luoghi pubblici ma anche nei giardini e nelle abitazioni private dei cittadini. Esiste un vero e proprio codice civile che punisce chiunque la offenda o ne faccia cattivo uso, e la legge non concede sconti a riguardo.

Autore

Mr. Bloogger

Mr. Bloogger

Lascia un commento