Ambiente

Stop ai motori benzina e diesel entro il 2040

La mobilità di massa procede a grandi passi verso l’elettrificazione, con l’obiettivo chiaro di ridurre le emissioni di CO2 e introdurre nuove pratiche a basso impatto ambientale. Non sarà un passaggio immediato né particolarmente traumatico – la transizione richiederà non meno di 15/20 anni – ma la road map è tracciata a livello di Unione Europea, e a cascata riguarda e riguarderà i singoli paesi membri.

La Commissione europea è al momento al lavoro per definire meglio il piano emissioni zero per i veicoli venduti a partire dal 2035: questa è la data fissata oltre la quale i funzionari Ue intendono approvare lo stop definitivo alla circolazione di auto a diesel e benzina. Prima, però, la Commissione sta valutando un passaggio graduale, individuando un’altra data importante per il blocco, quella del 2030, anno in cui si punta ad imporre una riduzione del 60% delle emissioni di auto, alzando il limite attuale del 37,5% per poi arrivare a quello definitivo pari al 100%.

Addio alle auto a benzina e diesel entro il 2040. E’ questa, secondo il ministro delle Infrastrutture e della mobilità sostenibili Enrico Giovannini, la data per l’inizio dell’era in cui la mobilità sarà solo elettrica. Naturalmente si parla di stop a produzione e vendita di auto termiche nel 2040, non di circolazione (al netto delle probabili sempre maggiori limitazioni future nelle città, specie per i diesel). E vale anche la pena evidenziare come il paradigma riguardi anche le autovetture ibride, che al momento della totale elettrificazione saranno equiparate a quelle termiche (mild-hybrid, full-hybrid o plug-in che siano).

Autore

Mr. Bloogger

Mr. Bloogger

Lascia un commento