Auto & Motori

Tappa pratese per le Mille Miglia

di Andrea

Una tappa a emissioni zero. Sarà il tratto distintivo del passaggio da Prato della Mille Miglia 2024, in programma venerdì 14 giugno. Per la seconda volta nell’ultimo quadriennio la corsa più bella del mondo transiterà dalla provincia pratese ma con una novità ulteriore: la compensazione delle emissioni inquinanti attraverso un progetto di neutralità carbonica.

L’idea vede come protagonista Aci Prato che grazie al contributo dei suoi tecnici ha calcolato l’impatto delle manifestazione, in particolare in termini di quantità di anidride carbonica emessa. E che poi in accordo con l’amministrazione comunale provvederà a piantumazioni e ad azioni green per pareggiare la bilancia delle emissioni.

Un percorso che riguarderà tutte le manifestazioni 2024 di Aci Prato e che arriva dopo la sottoscrizione del Contratto di Città sulla neutralità climatica al 2030.
Altra particolarità di quest’anno è la presenza di vetture storiche della Guardia di Finanza, in concomitanza con le celebrazioni in occasione del 250° anniversario di fondazione del Corpo.

Il progetto è stato presentato questa mattina in palazzo comunale a Prato alla presenza del sindaco, del presidente di Aci Prato, Federico Mazzoni, del direttore Claudio Bigiarini, del coordinatore del comitato organizzatore locale Tiziano Cherubini, e degli organizzatori nazionali della manifestazione Giuseppe Cherubini e Sergio Grassi.

«In città si respira grande entusiasmo intorno al passaggio della Mille Miglia – commenta il presidente Aci Federico Mazzoni -. Il tracciato d’altronde è spettacolare, le auto che passeranno da Prato saranno dei veri e propri pezzi unici, e il comitato organizzatore sta studiando ogni minimo dettaglio per rendere la corsa indimenticabile».

La Mille Miglia passerà da Prato nell’ambito della quarta tappa, quella che porterà le auto d’epoca da Roma a Bologna. La carovana entrerà nella nostra provincia da Carmignano, all’altezza de Il Pinone. Poi transiterà per Poggio a Caiano, seguirà il tracciato in via Roma, per poi svoltare sull’asse delle industrie. Qui imboccherà via Berlinguer, passerà davanti al Museo Pecci, e vedrà le auto in gara svoltare in via Ferrucci lungo la corsia preferenziale. Da qui ci sarà l’approdo in piazza San Marco e viale Piave per il controllo orario (17:15 circa) nei pressi del Castello dell’Imperatore.

Dopo il passaggio dal Castello dell’Imperatore inizieranno le novità del tracciato pratese 2024. Ci sarà un controllo a timbro in piazza del Comune, poi le auto passeranno da piazza del Duomo. A seguire via Muzzi, Porta Pistoiese, via Bologna e l’ingresso nel viale del Fabbricone Storico. La parte finale della tappa pratese vedrà le auto circolare lungo Ponte Datini, viale Borgovalsugana, via Firenze e dirigersi al confine provinciale con Calenzano. In totale transiteranno dalla nostra città circa 1.110 auto fra quelle in corsa e quelle legate al comitato organizzatore.

[print-me]

Autore

Andrea

Lascia un commento